image1

Comunicato stampa congiunto - 14 giugno 2017 -Giornata Mondiale del Donatore di Sangue

Comunicato stampa congiunto

 

14 giugno 2017

Giornata Mondiale del Donatore di Sangue

SAN MARINO ADERISCE

 

San Marino aderisce alla Giornata Mondiale del Donatore di Sangue che si celebra ogni anno il 14 di giugno e lo fa attraverso la partecipazione delle massime istituzioni del Paese. Per celebrare tale ricorrenza infatti, lunedì scorso, gli Eccellentissimi Capitani Reggenti, S.E. Mimma Zavoli e S.E. Vanessa D’Ambrosio si sono recate al Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Stato per portare avanti il proprio personale percorso di donatori di sangue, effettuando i prelievi per le analisi. Ad accompagnare e seguire in tale alto gesto le Loro Eccellenze anche il Segretario di Stato per la Sanità Franco Santi e il Direttore Generale dell’Istituto Sicurezza Sociale Andrea Gualtieri.

 

La donazione di sangue infatti, risulta ancora oggi fondamentale in numerosi interventi chirurgici, ma anche in caso di incidenti stradali e nella cura di diverse patologie,  soprattutto ematologiche e onco-ematologiche. Sangue ed emoderivati vengono poi, utilizzati anche nella realizzazione di alcune tipologie di farmaci.

 

Dal punto di vista normativo, a San Marino nel 2012 è stato emanato il Decreto Delegato n. 93 sulla “Attuazione delle direttive europee che stabiliscono norme di qualità e di sicurezza per la raccolta, il controllo, la lavorazione, la conservazione e la distribuzione del sangue umano, dei suoi componenti ed emoderivati”. Sempre nello stesso anno anche il Decreto Delegato n.104 sui “Requisiti specifici per l’accreditamento istituzionale dei servizi di medicina trasfusionale”.

 

Tali provvedimenti, come riportato nel Piano Sanitario e Socio Sanitario 2015-2017, si fondano sul “principio etico della donazione volontaria, periodica, responsabile e non remunerata” e sono finalizzati a stabilire livelli elevatissimi di qualità e sicurezza del sangue umano e degli emocomponenti e delle prestazioni trasfusionali.

Solo una donazione effettuata da donatori volontari e periodici può dirsi infatti sicura, grazie ai controlli costanti sul donatore e su ogni singola donazione, ma soprattutto grazie anche agli adeguati stili di vita seguiti dai donatori di sangue.

 

Donatori raggruppati nell’AVSSO - l’Associazione volontari sammarinesi sangue e organi - che conta oggi oltre 4mila iscritti in grado di garantire l’autosufficienza rispetto al fabbisogno di sangue di San Marino. Nata nel febbraio del 1958, il prossimo anno l’Avsso celebrerà i 60 anni di attività, portati avanti non solo all’interno di San Marino, ma anche al livello internazionale tramite la FIODS, la Federazione Internazionale delle Organizzazioni Donatori di Sangue.

 

Il percorso per diventare donatore di sangue, una volta maggiorenni, passa attraverso la compilazione di un questionario, le analisi, una visita e solo dopo aver superato tale iter, si potrà effettuare la prima donazione.

Fulcro di tutto è il Centro Trasfusionale dell’ISS, che quotidianamente accoglie i donatori e programma l’attività di raccolta. In base ai dati sull’attività nel corso del 2016, le donazioni totali effettuate sono state 779, in maggioranza da parte di persone con gruppo sanguigno di tipo 0.

L’utilizzo vede in prima linea il reparto di Medicina con 368 unità ricevute e la Chirurgia e l’Ortopedia che insieme hanno richiesto 363 unità. Sono state invece 179 le unità utilizzata dalla Terapia Intensiva, 166 quelle utilizzate dal reparto di Oncologia e 117 dal Pronto. Soccorso  Vanno poi contate anche le 40 unità utilizzate nel 2016 dalla Geriatria e le 8 della Ginecologia, per un totale di 1.241 unità prodotte e utilizzate.

In totale sono stati 268 i pazienti che hanno avuto bisogno di una trasfusione di globuli rossi o di ricevere unità di plasma o piastrine.

Da segnalare infine anche un importante dato sull’attenzione per la donazione da parte dei sammarinesi: i donatori convocati infatti nei primi 5 mesi del 2017 sono aumentati del 23% rispetto allo stesso periodo del 2016, passando da 280 a 360.

 

Segreteria di Stato alla Sanità, Authority Sanitaria e Comitato Esecutivo dell’ISS intendono ringraziare tutti i professionisti e il personale sanitario che opera nell’ambito della donazione e trasfusione di sangue e in particolare l’AVSSO e le migliaia di volontari e donatori di sangue per il loro inestimabile contributo.

 

14 giugno 2017 – 1716 d.F.R.

L’Ufficio Stampa

 

2017  A.V.S.S.O.